15 Apr 2024 | 4 minuti lettura
Oltre le pareti: l’arte dello Storytelling che trasforma gli hotel in emozionanti avventure

Pubblicato: 15 Apr 2024

Tempo lettura: 4 minuti

Categorie: PeopleComunicazione

Nel mondo dell’ospitalità, l’aspirazione dei viaggiatori a vivere esperienze uniche e indimenticabili durante i loro soggiorni è sempre più evidente. Non solo, ciò che emerge è un interesse sempre maggiore per beni intangibili (esperienze) a discapito di beni costosi e tangibili (prodotti fisici). Questo approccio orientato alle esperienze non coinvolge soltanto i clienti nel settore dell’ospitalità, ma anche grandi segmenti di consumatori che non per forza rientrano nel mondo turistico. Infatti, oggi preferiamo acquistare avventure, momenti memorabili ed esperienze uniche anziché oggetti preziosi. Investiamo nel benessere e nel tempo di qualità invece che in case o automobili. Sogniamo una vita più equilibrata e un mondo più sostenibile, e l’etica gioca un ruolo primario nelle nostre scelte quotidiane. Proprio per questi motivi, gli hotel si stanno adattando alle nuove abitudini degli ospiti perché offrire semplicemente un luogo dove dormire non basta più. Dobbiamo offrire esperienze indimenticabili ed emozioni che arricchiscono il prezioso tempo di chi ci sceglie.

A questo nuovo aspetto si aggiunge la complessità di un mercato altamente competitivo in cui emergere e attirare l’attenzione dei potenziali ospiti richiede l’adozione di strategie di marketing nuove e innovative. Una di queste strategie è l’arte dello storytelling.

Le storie sono parte integrante della vita umana da millenni, servono per trasmettere conoscenze, per insegnare alle nuove generazioni o semplicemente per intrattenere. Pensiamo alle favole e a come ognuna di esse trasmette una morale. Oppure pensiamo a come i libri, le poesie, le canzoni e i film ci emozionano con le loro trame. Ci sono anche le storie che condividiamo con amici e familiari per farli partecipi delle nostre vite, perché in realtà utilizziamo la narrazione tutti i giorni per raccontare noi stessi e ciò che accade intorno a noi.

Secondo una ricerca di Stanford, un messaggio veicolato con una storia viene ricordato in media 22 volte di più rispetto a un semplice fatto, e secondo un articolo pubblicato da Visme, il 92% dei consumatori è attratto dalle pubblicità che hanno alla loro base una storia. Lo storytelling è quindi una forma di comunicazione potente ed emozionante che coinvolge il nostro pubblico ancora prima che ci conosca di persona. Grazie a questa tecnica, anche il mondo del business e in particolare quello dell’ospitalità può creare un legame emotivo con i futuri ospiti, trasmettendo in modo coinvolgente e memorabile i valori e l’unicità del proprio brand.

Ma qual è il segreto per creare storie di successo? Per implementare con successo lo storytelling nel marketing dell’hotel, è importante avere una strategia ben definita. Innanzitutto, occorre identificare i punti di forza della struttura e ciò che lo rende unico. Questi elementi possono servire da base per creare una storia coinvolgente e autentica.

Inoltre, è essenziale comprendere il pubblico di riferimento e adattare la storia alle sue preferenze e aspettative. A tal proposito, Philip Kotler, noto professore americano degli anni 70’ – 80’ e uno dei pensatori più influenti del mondo del marketing, ha sottolineato l’importanza di non vendere un prodotto in sé, ma di vendere la soluzione a un problema o la soddisfazione di un bisogno che il prodotto può offrire. Secondo Kotler, è possibile raggiungere emotivamente il consumatore, non solo razionalmente. Pertanto, è fondamentale e necessario concentrarsi sul motivo per cui un ospite dovrebbe scegliere proprio la nostra struttura per la sua vacanza, analizzando i suoi bisogni e offrendo soluzioni per soddisfarli.

Quali sono gli strumenti migliori per raccontare le nostre storie? La regola è: un’immagine vale più di mille parole. Spesso sentiamo parlare di comunicazione visiva (o visual) nel campo del marketing. Si tratta di messaggi trasmessi attraverso immagini o video. Il visual, grazie alla sua immediatezza e alla rapida comprensione, è un modo particolarmente efficace nella comunicazione sia online che offline. Oggi i video dominano il panorama della comunicazione. Pensate che la maggior parte dei contenuti sui social media sono sotto forma di video, e le storie stanno sostituendo i classici post statici in termini di visualizzazioni e conversioni. Inoltre, YouTube, con 2,5 miliardi di utenti attivi nel 2022, è il secondo social media più utilizzato al mondo (secondo i dati di Hootsuite).

Quindi, se vogliamo distinguerci dalla massa e creare esperienze indimenticabili per i nostri ospiti, lo storytelling non può mancare nella nostra strategia di marketing. Identifichiamo ciò che rende unica la nostra struttura, conosciamo il nostro pubblico di riferimento e utilizziamo strumenti come i video per raccontare la nostra storia in modo coinvolgente e autentico.

Ricordiamoci che i viaggiatori di oggi cercano molto più di una semplice camera d’hotel, vogliono esperienze che li arricchiscono ed emozionino.

“Sfruttiamo il potere delle narrazioni per offrire loro qualcosa di veramente speciale e indimenticabile.”

Articolo pubblicato nella terza uscita del magazine New Hospitality Lux

Dhanya Schwaiger

Trainer & Consultant Hospite S.r.l.